ROCCHI NON HA PIÙ LA MAGGIORANZA, SI DIMETTA!

Comunicato stampa del 15.05.2020

Ennesimo colpo di scena del Sindaco Rocchi, a pochi mesi dalla fine della legislatura. Ieri, 14 maggio 2020, il Presidente del Consiglio Della Vella, ha convocato il Consiglio Comunale per approvare atti di bilancio, il Rendiconto dell’attività del 2019 e l’adesione a CEM Ambiente per il servizio di raccolta rifiuti urbani. A nulla sono valse le nostre richieste di svolgere il Consiglio in aula con le dovute precauzioni anti Covid-19.
Il Consiglio Comunale si sarebbe dovuto tenere via streaming, ma subito il protocollo di accertamento della presenza e della modalità di voto c’è apparso poco legittimo.
Per questo motivo i consiglieri di opposizione hanno chiesto una postazione in Consiglio Comunale, che è stata accordata. Nel frattempo, siamo venuti a conoscenza che il Consigliere di maggioranza Seidita si è dimesso 2 giorni fa. A quel punto era chiaro che al Sindaco è mancato l’appoggio delle forze politiche con cui si presentò nel 2015.
Ricordiamo che Forza Italia è già uscita dalla maggioranza da tempo e si è dichiarata in forte contrasto con il Sindaco. Anche il Consigliere Biafora Salvatore, in quota Lega, ha lasciato i banchi del proprio gruppo. Chi sta tenendo in piedi per miracolo la maggioranza negli ultimi mesi è Felice Volpe, eletto nella lista di Sansalone Sindaco.
E’ stato chiaro quindi che l’escamotage del Consiglio a distanza poteva permettere al Sindaco di aprire la seduta in modo da procedere all’approvazione della surroga (sostituzione) del Consigliere dimissionario.
Cologno Solidale e Democratica, attraverso la Consigliera Loredana Verzino, ha contribuito a non permettere che si aprisse la seduta con il proprio seggio, unendosi alla protesta degli altri Consiglieri contrari al Consiglio a distanza. Per noi il Sindaco, se non è più sostenuto dalla sua maggioranza, deve responsabilmente lasciare l’incarico. Per i pochi mesi che ci separano dalle prossime elezioni il rappresentante del Governo può, a nostro giudizio, far meglio di questa amministrazione che non sta governando l’emergenza Covid-19 (troppi contagi e zero mappatura per attuare il contenimento necessario, per aprirsi alle nuove fasi di convivenza con il virus).
Siamo inoltre convinti che portare l’adesione in house (affidamento diretto) dell’appalto rifiuti alla fine del mandato, sia l’ennesima conferma dell’incapacità programmatoria e decisionale di questa amministrazione. La mancanza di informazione ai cittadini, l’omessa possibilità di confronto e di una tempistica congrua per poter valutare attentamente la proposta di CEM Ambiente per Cologno Monzese è un chiaro segno di debolezza.
Chiediamo al Sindaco di dimettersi immediatamente, per il bene della nostra città.

Pubblicato in COMUNICATI STAMPA | Contrassegnato , , | Lascia un commento

ONLINE IL NOSTRO NUOVO CSDINFORMA maggio 2020

Da oggi è possibile scaricare il nuovo numero di CSDinforma,
il bollettino di informazione di Cologno Solidale e Democratica

Pubblicato in CSDinforma | Lascia un commento

COMUNICATO STAMPA

COMUNICATO STAMPA
CONSIGLIERI COMUNALI SOTTOSCRITTORI DEL COMUNE DI COLOGNO MONZESE
LA PANDEMIA E’ LA GIUSTIFICAZIONE PER UN CONSIGLIO COMUNALE A DISTANZA, SENZA REGOLE CERTE SULLA VOTAZIONE E SULLA
GARANZIA DEL NUMERO LEGALE.

Convocazione del Consiglio Comunale il 14/05/2020 alle 18:30.

Il presidente del Consiglio Comunale Fabio Della Vella, ex Alleanza Nazionale, ex FI, ora del gruppo misto legato alla corrente del Sindaco, ha comunicato, attraverso l’ufficio della Segretaria comunale Dott.ssa Fazio, la decisione di convocare in forma «virtuale» tramite videoconferenza il Consiglio Comunale in oggetto.
Parte della minoranza, visto il delicato momento che la città sta vivendo domandiamo che l’amministrazione comunale verifichi in modo tecnico dettagliato la possibilità di far svolgere il Consiglio presso la sala consiliare.
Riteniamo, vista l’importanza dei temi all’ordine del giorno, otto punti tra i quali l’ultimo rendiconto di gestione dell’amministrazione, che la seduta non possa essere liquidata senza una corretta discussione vista l’importanza degli argomenti, oltretutto quando presenti in aula abbiamo più volte limitato le scorrettezze della Lega e del “loro” Presidente del Consiglio.
Il Consiglio Regionale e molte altre amministrazioni locali hanno adottato i doverosi accorgimenti in risposta alle norme vigenti nei casi di assemblee.
Le sedute delle commissioni, già svolte in videoconferenza, hanno dimostrato che non si può fare affidamento sulla qualità di ascolto e di interazione necessarie ai Consiglieri per svolgere nel migliore dei modi l’incarico pubblico di rappresentanti dei cittadini. Oltretutto sappiamo che il Sindaco non ha più la maggioranza da quando il Consigliere Biafora ha abbandonato il gruppo della Lega. Solo grazie all’appoggio esterno del Consigliere Volpe, eletto nella Lista Civica Sansalone Sindaco ma che si è dissociato, la maggioranza regge, ma non sempre, e il Sindaco Rocchi deve assolutamente approvare le delibere del bilancio e l’adesione al CEM. Tra l’altro quest’ultimo atto è l’ennesimo sgarbo istituzionale ai danni dei Consiglieri di opposizione e alla città tutta. Stiamo entrando in un Consorzio pubblico senza sapere quali servizi saranno resi, con quali costi e modalità. Insomma, è il solito modo della Lega, decide, ordina, impone senza nessuna condivisione. Noi temiamo che questa sia un escamotage per approvare le delibere senza avere la maggioranza dei voti.
Chiediamo che si provveda ad un sopralluogo di verifica sulla possibilità di disporre in sicurezza le postazioni dei consiglieri, effettuata dagli uffici comunali competenti alla presenza di una delegazione di consiglieri. L’ufficio di presidenza, composto dal Presidente del Consiglio, e dai due Vicepresidenti, di maggioranza e di minoranza, proceda alla suddetta verifica con spirito democratico, volta a rendere fattibile la discussione della più importante assemblea pubblica cittadina bei modi che conosciamo.
Si parla di nuova fase dopo quella del dolore e della tanta paura che la nostra città ha vissuto negli scorsi due mesi. L’amministrazione comunale se ne deve fare carico mostrando alla cittadinanza tutto lo sforzo che le compete perché le istituzioni pubbliche lavorino nella «nuova normalità»

I Consiglieri:
Giovanni Cocciro capogruppo del Pd
Alessandro Del Corno Pd
Luciano Cetrullo Pd
Raffaella De Mastro Forza Italia
Sergio Spinapolice di Forza Italia
Giovanni Rametta di Forza Italia
Salvatore Biafora indipendente
Alessandro D’Erchie indipendente
Monica Motta del M5S
Loredana Verzino di Cologno Solidale e Democratica

Pubblicato in COMUNICATI STAMPA | Contrassegnato , , | Lascia un commento

PRIMO MAGGIO 2020

Abbiamo aspettato a pubblicare qualcosa sul Primo Maggio.
L’abbiamo vissuto e lo restituiamo qui, ora.

“In primo piano, guidano il corteo a sinistra un uomo anziano, al centro un giovane mentre a destra una donna con in braccio il suo bambino. Questi tre personaggi rappresentano le componenti della classe sociale più umile dell’epoca.”
Il quadro di Pellizza di Volpeda sembra molto d’attualità anche nella situazione in cui ci ritroviamo. Anziani, giovani e donne con figli piccoli, forse non più umili ma sempre categorie “più a rischio”. Un monito perenne al fine della costruzione di una società equa e solidale. da Luisa Zontini

Un appunto al quadro del Quarto Stato. La donna relegata alla sola cura della prole. Mi ha sempre infastidito. Anche se è stata la partenza della mia tesina della maturità. Trovo superato oggi per quella parte. Noi donne siamo in tutto e per tutto parte organica del mondo del lavoro. Lo sfruttamento delle lavoratrici e il mancato riconoscimento delle donne nella società è un fardello difficile da combattere. da Loredana Verzino

https://youtu.be/EVjFoCGukAs
Buon Primo Maggio da Antonio Tagliaferri

https://www.facebook.com/gmazzotta2/videos/4081029531914906/
Concerto Primo Maggio per tener presente le condizioni di lavoro dei nuovi sfruttati nelle nostre campagne italiane. da Marilena Cortesini

https://youtu.be/3A6ysw88rtI
Contro violenza patriarcale, razzismo e sfruttamento… Il Primo Maggio, facciamoci sentire!
📍1 MAGGIO FEMMINISTA TRANSNAZIONALE: LO SCIOPERO VIVE NELLE LOTTE
📍1 DE MAYO FEMINISTA TRANSFRONTERIZO: LA HUELGA VIVE EN LAS LUCHAS
📍1ER MAI FÉMINISTE TRANSFRONTIÈRE: DANS NOS LUTTES VIT LA GRÈVE
📍MAY 1ST CROSS-BORDER FEMINISTS: THE STRIKES LIVES ON IN OUR STRUGGLES
📍FEMINISTISCHER TRANSNATIONALER 1. MAI: DER STREIK LEBT IN DEN KÄMPFEN da Severina Gangere

C’era il concerto del primo maggio. Un disoccupato può offrire poco :).
Buon primo maggio da Mauro Cambia 

Pubblicato in Comunicazioni | Lascia un commento

25 APRILE 2020 | 75° DELLA LIBERAZIONE

Una giornata ricca e sentita, piena di striscioni, bandiere, canti e musica dai balconi.

Questa mattina, alle ore 11, abbiamo seguito la bella Manifestazione organizzata da ANPI Sezione di Cologno Monzese, via web, per l’inaugurazione della mostra “Libere e Sovrane – Le ventuno donne della Costituzione“.
Vedi l’evento
Per info sulla mostra qui

Nel pomeriggio, alle ore 15, distanti ma uniti, con l’iniziativa di Rete Antifascista Cologno25 aprile a Cologno · Liberazione da ogni balcone“, il nostro canto partigiano, o bella ciao, si è levato in cielo dai nostri balconi, coi nostri manifesti e le nostre bandiere al sole.
Vedi l’evento
Leggi l’articolo

ORA E SEMPRE RESISTENZA!

Pubblicato in Comunicazioni | Lascia un commento

COVID-19 – IL SINDACO RISPONDE ALLE NOSTRE DOMANDE SULLE MASCHERINE

Ci siamo occupati la settimana scorsa del caso del coinvolgimento degli Amministratori di Condominio per la consegna delle mascherine “donate” dalla Regione al comune di Cologno Monzese.
Non si è fatta attendere la risposta, un po’ stizzita, del primo cittadino Rocchi che rendiamo pubblica per trasparenza. Nella missiva ci accusa di voler polemizzare così come ha osato fare l’amministratore condominiale dott. Vasicuro.
Le mascherine arrivate non potevano coprire tutta la cittadinanza, quindi, secondo noi, coinvolgere gli Amministratori Condominiali è stato un errore. Infatti:

  1. Non è stato adottato un criterio di priorità, secondo noi le mascherine dovevano essere distribuite prioritariamente agli over 65enni, oppure alle famiglie dei tanti contagiati, mentre anche queste categorie hanno ricevuto una copertura a macchia di leopardo.
  2. La prima fornitura di 12.000 mascherine è andata esaurita nel giro di poche ore. L’amministratore che ha risposto per primo si è aggiudicato un numero che non è stato pubblicato o reso noto. Questa procedura non ci pare molto trasparente e democratica.
  3. Le confezioni consegnate erano in numero di 10 mascherine per pacchetto; si è deciso di darne due a famiglia. Gli Amministratori Condominiali oltre all’onere della consegna avrebbero dovuto spacchettare le confezioni; forse qualche amministratore di buona volontà lo avrà anche fatto; ci è stato riferito che due assessori lo hanno fatto solo per un certo quantitativo e non per tutte. Sorge una domanda… ma le mascherine se tolte dalla confezione non potrebbero essere state contaminate? Non sarebbe stato più razionale consegnare l’intera confezione a ogni famiglia, essendo mascherine monouso e non potendo in ogni caso soddisfare l’intera popolazione?

Abbiamo diverse perplessità sul modus operandi di questa Giunta, non solo in riferimento al metodo di consegna delle mascherine. Come forza politica presente in Consiglio Comunale, ci siamo messi a disposizione, da diverse settimane, per collaborare con il Sindaco, consapevoli che la situazione emergenziale richiede di contribuire tutti al fine di ottenere i risultati migliori, ma non abbiamo ottenuto nessun tavolo di confronto e le decisioni improbabili continuano ad essere all’ordine del giorno. Come, per esempio, l’ordinanza per contingentare gli acquisti al supermercato in ordine alfabetico che è stata un flop totale. Siamo un paese parecchio provato dai contagi e vorremmo si studiassero i motivi di questa diffusione per arrivare a contenerla meglio, ma non ci è data la possibilità di contribuire con le nostre idee.

Pubblicato in COMUNICATI STAMPA | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Buona Pasqua

Buona Pasqua

#distantimauniti,#restiamoacasa,

usiamo questo tempo
per vivere e nutrire gli affetti,

#vicinielontani,#oltrelaperdita,

l’arcobaleno c’è, all’orizzonte.
Buona Pasqua

(foto di Mauro Cambia)
Pubblicato in AUGURI | Lascia un commento

Tablet o pc per la didattica

Leggiamo dagli articoli della Gazzetta della Martesana del 3 aprile 2020 che il Sindaco Rocchi e l’assessore Perego hanno accolto la nostra sollecitazione e proposta di dotare gli alunni in difficoltà di tablet o pc per la didattica. Infatti la nostra lista civica ha presentato lunedì 30 marzo durante la video conferenza dei capigruppo, per il tramite della capogruppo Verzino, molte richieste tra le quali la fruizione di dispositivi per tanti alunni che ne sono sprovvisti. Abbiamo raccolto questa esigenza da quell’area tradizionalmente vicina alla nostra lista, insegnanti e genitori, soprattutto di origine straniera, più fragili in questo contesto. I nostri bravi insegnanti stanno mantenendo una relazione con gli studenti attraverso video chat dove a volte si fa anche lezione a distanza. Gli alunni più sfortunati sono stati, purtroppo, tagliati fuori da diverse settimane. Ricordiamo che la scuola è chiusa da oltre un mese. La risposta da parte dell’amministrazione finalmente arriva, tardiva e senza ricordare che molte delle decisioni prese in questi ultimi giorni sono frutto dell’incontro con le minoranze consiliari. Incontro, lo ricordiamo, che è avvenuto il 30 marzo dopo che il sindaco non aveva più convocato i consiglieri dal 9 di marzo. Denunciamo ancora una volta la mancanza di partecipazione alle decisioni e alla mancanza di apertura alle forze politiche. Oggi più che mai il sindaco Rocchi deve renderci partecipi per aiutare la città intera ad uscire dall’emergenza. Il nostro Comune è tra quelli più colpiti dal covid-19 in termini di vite umane, che non ci sono più, di contagiati, di persone sole in casa e non autosufficienti.
#restiamoacasa #siateresponsabili

Pubblicato in Comunicazioni | Contrassegnato , | Lascia un commento

I PROVVEDIMENTI DELL’AMMINISTRAZIONE COLOGNESI PER FERMARE LA DIFFUSIONE DEL COVID-19

Il Sindaco è responsabile della salute pubblica in tempi “normali”, come prevede l’art. 50 del testo unico degli enti locali. Con la diffusione della malattia CoViD-19 spetta allo Stato o alle Regioni prendere provvedimenti, vista la dimensione dell’emergenza, ma sempre in coordinamento con gli enti locali.

Riteniamo che l’attuale situazione drammatica che stiamo vivendo sia figlia dei danni provocati da scelte scellerate sul sistema sanitario, quali il taglio dei fondi alla sanità pubblica in favore di quella privata. Due dati su tutti: la Lombardia ha un ventilatore polmonare ogni 4130 abitanti mentre l’Emilia-Romagna ha un ventilatore polmonare ogni 2500 abitanti; i tamponi effettuati in Lombardia ad oggi (23/03/2020) sono solo 52244, a fronte di dieci milioni di abitanti. Perché il governatore Fontana non attua il metodo della vicina regione Veneto?

In circostanze come questa, però, il senso di responsabilità deve prevalere e le polemiche sono da evitare. Pensiamo sia importante che il Sindaco accolga anche le proposte che arrivano dall’opposizione politica, con l’obiettivo di rendere meno complicata una situazione straordinaria.

CSD ha adempiuto al suo dovere di forza politica presente nella vita politica colognese in due riunioni, il 25 febbraio e il 9 di marzo 2020, in cui l’Amministrazione ha esposto le iniziative da prendere, tra le quali l’istituzione del C.O.C. (Centro Operativo Comunale) in stretta collaborazione con la Protezione Civile e le associazioni disponibili a contribuire. In quella sede abbiamo suggerito al Sindaco di attivare un numero telefonico dedicato e una e-mail per i cittadini soli, anziani e privi di autonomia (spesa e medicinali); di istituire una cabina di regia per le comunicazioni alla cittadinanza, coinvolgendo gli amministratori delle pagine social locali, al fine di evitare la pubblicazione di false notizie e alimentare paure infondate; di avviare un tavolo di comunicazione con i medici condotti del territorio. Da quel giorno il Sindaco non ha più ritenuto opportuno interpellarci o informarci, questo non è un corretto comportamento, considerato che le informazioni fornite sono un bollettino.

Le pagine Facebook ufficiali del Comune e del Sindaco forniscono quotidianamente i numeri dei contagiati e l’invito di stare a casa. La prima notizia di un contagiato colognese risale al 3 marzo 2020; il 24 marzo si ha notizia dai media di oltre 160 positivi e 25 deceduti, dato confermato successivamente anche da ATS. In pochi giorni i contagiati sono aumentati in modo esponenziale, e non sappiamo se i dati corrispondono alla realtà oppure sono parziali e sottostimati.

Ci preoccupa l’allarmismo o non governo della situazione del Sindaco, espresso nella comunicazione del 22 marzo sulla sua pagina Facebook, con cui annuncia che intende attivare il Centro Operativo Comunale per valutare ulteriori provvedimenti sanzionatori e restrizioni verso i pochi colognesi che ancora non rispettassero il divieto di movimento, come se non bastassero quelli emessi nel fine settimana da Governo, Regione e Protezione Civile Nazionale.

Se il Sindaco si sposta giornalmente da Cernusco s/N, suo comune di residenza, a Cologno M.se, può constatare che i cittadini Colognesi hanno ben compreso il messaggio: la maggior parte resta a casa.

In risposta a tale inopportuna evocazione di strette repressive, CSD desidera lanciare un messaggio più costruttivo al Sindaco e alla città, improntato a desiderio di migliorare le condizioni di vita dei colognesi e la coesione sociale in questo momento così doloroso:

– invitiamo, dove possibile, a essere di conforto alle famiglie che soffrono per la perdita di un parente o di un amico; ad aiutare eventuali vicini costretti in quarantena, con le dovute precauzioni;

– invitiamo a cercare di infondere incoraggiamento per il futuro prossimo quando il virus verrà bloccato;

– invitiamo a resistere e ad avere pazienza rispetto alle limitazioni imposte, che privano temporaneamente del diritto alla libertà di movimento, previsto dalla nostra Costituzione, a favore di un altrettanto importante diritto alla salute;

– invitiamo a supportare in ogni modo i cittadini disagiati, per esempio con il recapito a domicilio di viveri e altri beni di prima necessità, non potendo loro recarsi a consumare e a ritirare;

– invitiamo i cittadini a non apostrofare con violenza coloro che si stanno muovendo ma, se vogliono dare un contributo civile, facciano piuttosto opera di convincimento verso coloro che conoscono direttamente;

– invitiamo il Sindaco a chiedere ad ATS di attivarsi celermente per localizzare i focolai, al fine di identificare eventuali portatori di rischio e dare loro disposizioni adeguate.

Diciamo al Sindaco che non occorre chiedere al Prefetto l’invio a Cologno dell’esercito per presidiare le strade: il nemico è un virus, contro il quale non si usano le armi, ma la scienza e una visione politica che sappia andare dal locale al globale, dal singolo essere umano alla collettività tutta. In questa prospettiva, il ruolo di vigilare nella nostra città può essere compiutamente svolto dal Sindaco e dalla Polizia Locale, che richiameranno i cittadini alla responsabilità con i mezzi a loro disposizione.

Chiediamo inoltre al Sindaco Rocchi di farsi promotore verso Regione Lombardia affinché siano effettuati tamponi a tutti gli operatori sanitari, ai dipendenti in prima linea, ai familiari dei contagiati e non solo a coloro di questi che hanno già sintomi gravi.

Pubblicato in COMUNICATI STAMPA | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Un vento “rosa” per Cologno Monzese

#ARTxCologno se Cologno vuoi migliorar la sindaca Roman puoi votar.
Alessandra Roman Tomat è la candidata sindaca del centro sinistra, raccoglie l’espressione di una cittadinanza attiva e partecipata che in questi anni ha saputo radicarsi nel territorio Colognese.

Al link qui sotto la conferenza stampa di presentazione fatta giovedì 20.02.2020
https://www.facebook.com/alessandra.romantomat.7/videos/113405450244374

Di seguito una piccola rassegna stampa

Articolo de La Gazzetta della Martesana del 22/2/2020

Nell’articolo di cui al link sotto la testata online Fuori dal Comune parla del modello civico già sperimentato in altri comuni della Martesana; tanti esempi, da Pioltello a Segrate e Gessate
https://www.fuoridalcomune.it/2020/02/candidatura-civica-per-il-centrosinistra-colognese/

Seguiteci per ulteriori aggiornamenti

Pubblicato in Comunicazioni | Lascia un commento

CI HA LASCIATI IL NOSTRO AMICO MAURO MADELLA

Abbiamo perso il nostro amico Mauro Madella, è venuto a mancare a tutti noi e all’affetto dei suoi cari.
Mauro è stato vicesindaco della nostra città e si è sempre distinto per la sua correttezza politica e amministrativa.
È stato uno dei fondatori di Cologno Solidale e Democratica e tra i principali ispiratori e animatori dell’esordio culturale e politico della nostra associazione e lista civica.
La sua amicizia, il suo contributo e la sua capacita di analisi politico-sociale ci mancheranno.
Alla moglie e ai figli, esprimiamo vicinanza e le più sentite condoglianze.

Pubblicato in Comunicazioni | Lascia un commento

Conoscere per deliberare – Formazione politica per i cittadini

Settimo incontro del ciclo di incontri “Conoscere per deliberare”
Si parlerà di Servizi Abitativi Pubblici e Sociali con il dott. Carmine Strianese.

Il gruppo di lavoro di Cologno Solidale e Democratica ha ragionato sull’esigenza di formazione politica da rivolgere ai propri soci e simpatizzanti, ai cittadini, agli iscritti di altri partiti locali, ai movimenti, alle associazioni.
Crediamo che ci sia grande bisogno di competenze anche da mettere a disposizione in previsione delle prossime elezioni amministrative del 2020.
Siamo in un periodo storico dove l’impegno dei padri ha lasciato lo spazio al disimpegno, alla disillusione, all’indifferenza da parte dei figli e da una fetta della generazione di mezzo.
Gli incontri, gratuiti, hanno anche l’obiettivo di coinvolgere nuove persone per appassionarle alla politica attiva, almeno questa è la speranza.

“Cosa succede quando un paese muore, se restano in piedi le istituzioni repubblicane, ma nella percezione e nei fatti la democrazia si è svuotata, è diventata materia informe? E’ una domanda che non dovrebbe lasciare in pace le classi dirigenti europee e le nostre coscienze.” (stralcio dell’editoriale di Damilano dell’Espresso)

Vi aspettiamo!

Pubblicato in INVITI | Lascia un commento

COME TRADIRE L’ELETTORATO

Pubblicato in COMUNICATI STAMPA | Contrassegnato , | Lascia un commento

🎄🌠 Buon Natale da CSD 🌠🎄

Nella speranza che ciò che stiamo facendo sia un buon lavoro e nell’attesa che il lavoro si riveli proficuo, noi di CSD auguriamo a tutti, colognesi e non, un SERENO NATALE e che il NUOVO ANNO sia un anno STRAORDINARIO, in cui la solidarietà politica, economica e sociale, il rispetto delle diversità, la pratica dell’inclusione e la pari dignità sociale rendano la nostra città, e il nostro Bel Paese, un luogo sempre migliore.

#cologno #colognomonzese #natale #speranza #solidarietà #inclusione #dignità #rispetto

Pubblicato in AUGURI | Lascia un commento

L’ODIO NON HA FUTURO

A #Milano domani 10 dicembre i sindaci manifestano la loro solidarietà a #LilianaSegre. Siamo con loro!
[…] “L’iniziativa è stata organizzata dal Comune di Milano, insieme ad Associazione nazionale comuni italiani (ANCI), Autonomie locali italiane (ALI) e Unione province italiane (UPI), per testimoniare la vicinanza delle Amministrazioni di piccoli, medi e grandi comuni alla senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta al campo di sterminio nazista di Auschwitz, oggi sotto scorta a causa di ripetute minacce antisemite.” […]

Pubblicato in Comunicazioni | Lascia un commento