Giornata Mondiale dell’Acqua

Giornata Mondiale dell’Acqua

Giornata Mondiale dell’Acqua dedicata alla tutela delle falde sotterranee

La gestione sostenibile delle risorse idriche sotterranee al centro delle riflessioni della Giornata voluta dall’Onu per promuovere il valore la custodia dell’acqua. Il 99% delle acque dolci si trova nel sottosuolo. “Acque sotterranee, rendere visibile l’invisibile” è il tema della trentesima Giornata mondiale dall’acqua, ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 e che si celebra ogni 22 marzo.

Serve una gestione attenta delle acque sotterrane.

Quest’anno la Giornata mette al centro delle riflessioni l’importanza delle acque sotterranee, che pur non essendo visibili hanno un impatto decisivo per tutta l’umanità e l’equilibro dell’ecosistema globale. La gestione sostenibile di questa risorsa è una sfida cruciale per tutta la comunità internazionale. Nell’annuale rapporto mondiale delle Nazioni Unite sullo sviluppo delle risorse idriche emerge infatti che le acque sotterranee rappresentano ben il 99% delle risorse idriche dolci presenti allo stato liquido e distribuite sull’intero pianeta e possono garantire alle società enormi vantaggi sociali, economici e ambientali, anche in relazione all’adattamento al cambiamento climatico. Nello studio dell’Onu viene quindi evidenziato che “nonostante la sua enorme importanza, questa risorsa viene spesso trascurata, mal gestita e addirittura sovrasfruttata, in un contesto di crescente scarsità idrica in numerose aree del mondo, pertanto non è più possibile ignorare l’enorme potenziale delle acque sotterranee e la necessità di una gestione attenta”! Questo viene spesso dimenticato ma come possiamo notare in Italia molti comuni, anche Milano tra questi, stanno chiedendo di togliere l’articolo 6 del DDL che prevede la privatizzazione di tutti i servizi pubblici locali tra essi anche l’acqua.

Il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, la Rete delle Città in Comune, Attac Italia, i Giuristi Democratici e i Comitati per il ritiro di ogni autonomia differenziata, consapevoli che l’articolo 6 del DDL concorrenza rappresenta un attacco frontale ai beni comuni e ai diritti delle persone e delle comunità locali perché prevede la privatizzazione di tutti i servizi pubblici locali, hanno preparato due modelli di ordini del giorno tramite tramite cui chiedere di prendere posizione contro suddetto articolo.

https://www.acquabenecomune.org/notizie/nazionali/4206-gli-enti-locali-che-hanno-approvato-atti-volti-al-contrasto-dell-art-6-del-ddl-concorrenza


Dalla rete

Roma Capitale approva mozione per lo stralcio dell’articolo 6!!!
Oggi, Giornata Mondiale dell’Acqua, portiamo a casa un gran risultato: l’approvazione in Consiglio Comunale di Roma Capitale della mozione con cui si chiede lo stralcio dell’articolo 6 del DDL Concorrenza.
Un ringraziamento particolare ai Consiglieri Alessandro Luparelli e Michela Cicculli per averla presentata e averci creduto!
Un grande grazie al Coordinamento Romano Acqua Pubblica per essersi attivato e aver lavorato affinchè fosse approvata.

Adelante!

I commenti sono chiusi.