PRIMO MAGGIO 2020

Abbiamo aspettato a pubblicare qualcosa sul Primo Maggio.
L’abbiamo vissuto e lo restituiamo qui, ora.

“In primo piano, guidano il corteo a sinistra un uomo anziano, al centro un giovane mentre a destra una donna con in braccio il suo bambino. Questi tre personaggi rappresentano le componenti della classe sociale più umile dell’epoca.”
Il quadro di Pellizza di Volpeda sembra molto d’attualità anche nella situazione in cui ci ritroviamo. Anziani, giovani e donne con figli piccoli, forse non più umili ma sempre categorie “più a rischio”. Un monito perenne al fine della costruzione di una società equa e solidale. da Luisa Zontini

Un appunto al quadro del Quarto Stato. La donna relegata alla sola cura della prole. Mi ha sempre infastidito. Anche se è stata la partenza della mia tesina della maturità. Trovo superato oggi per quella parte. Noi donne siamo in tutto e per tutto parte organica del mondo del lavoro. Lo sfruttamento delle lavoratrici e il mancato riconoscimento delle donne nella società è un fardello difficile da combattere. da Loredana Verzino

https://youtu.be/EVjFoCGukAs
Buon Primo Maggio da Antonio Tagliaferri

https://www.facebook.com/gmazzotta2/videos/4081029531914906/
Concerto Primo Maggio per tener presente le condizioni di lavoro dei nuovi sfruttati nelle nostre campagne italiane. da Marilena Cortesini

https://youtu.be/3A6ysw88rtI
Contro violenza patriarcale, razzismo e sfruttamento… Il Primo Maggio, facciamoci sentire!
📍1 MAGGIO FEMMINISTA TRANSNAZIONALE: LO SCIOPERO VIVE NELLE LOTTE
📍1 DE MAYO FEMINISTA TRANSFRONTERIZO: LA HUELGA VIVE EN LAS LUCHAS
📍1ER MAI FÉMINISTE TRANSFRONTIÈRE: DANS NOS LUTTES VIT LA GRÈVE
📍MAY 1ST CROSS-BORDER FEMINISTS: THE STRIKES LIVES ON IN OUR STRUGGLES
📍FEMINISTISCHER TRANSNATIONALER 1. MAI: DER STREIK LEBT IN DEN KÄMPFEN da Severina Gangere

C’era il concerto del primo maggio. Un disoccupato può offrire poco :).
Buon primo maggio da Mauro Cambia 

Questa voce è stata pubblicata in Comunicazioni. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *