Il mio primo consiglio comunale

Il mio primo consiglio comunale

25.03.2021 | Vita da consigliere

Consiglio Comunale del 24 marzo 2021. Il primo: tante emozioni, tanto entusiasmo.

A livello di punti all’Ordine del Giorno rilevo le tante manifestazioni di stima verso Loredana Verzino dal sindaco, maggioranza e minoranza, segno che ha lasciato davvero tanto alla città ed al Consiglio stesso.

Purtroppo, male nelle interpellanze.
La prima sulle quote CEM non ha chiarito la questione. Quando e quante azioni ha ceduto? L’80%? Tutte insieme o in due tranche per correre ai ripari? Mancano ancora gli atti che servono per fare luce.
La seconda, presentata dalla consigliera Alessandra Roman Tomat, sulla questione vaccini e medicina territoriale ancora peggio: sbolognata dall’assessora Dattilo in 2 minuti, senza chiarirci nulla o promettendo maggior impegno.

Infine, le mozioni.
La prima riguardante i giovani e la campagna dei Giovani Democratici “Lo stage non è un lavoro” è passata all’unanimità dopo un emendamento del consigliere Cirillo. Questo ha limitato il punto che trattava la questione nazionale (non potendo votare qualcosa proposto dal PD) ma è stata accettata dopo una breve discussione tra i consiglieri di minoranza. Credo che sia maggiormente importante che l’amministrazione si impegni a livello comunale, almeno considerando la sede in cui ci trovavamo. Il disegno di legge proposto a Roma non dipende da noi, nonostante io spero fortemente completi l’iter legislativo. Spero che siate d’accordo con la scelta, volta a portare a casa un piccolo risultato.
Mozione relativa al regolamento Qui Cologno: bocciata. Vi invito a vedere dal sito magnetofono, dove sono registrati i consigli, l’intervento del consigliere Esposito, direttore editoriale del notiziario. Ha umiliato la consigliera Manzi con fare aggressivo e più da circo che da rappresentante dei cittadini, lanciando accuse (gravi) a tutta l’opposizione. Non gli sono andate a genio neanche le mie parole, visto il suo sguardo fisso in cagnesco per oltre 2 minuti. Il mio intervento, che considerava inadatto il consigliere in quanto imparziale, è stato confermato dalle sue parole. Spero in ogni caso che l’Amministrazione emendi il regolamento ed in quel caso saremo pronti con proposte, già fatte nel marzo 2018 da Loredana.

Tante questioni ancora aperte e tanta confusione in materia sanitaria.
Mi impegno a tenervi aggiornati il più possibile.

Andrea Arosio

I commenti sono chiusi.