ROCCHI NON HA PIÙ LA MAGGIORANZA, SI DIMETTA!

Comunicato stampa del 15.05.2020

Ennesimo colpo di scena del Sindaco Rocchi, a pochi mesi dalla fine della legislatura. Ieri, 14 maggio 2020, il Presidente del Consiglio Della Vella, ha convocato il Consiglio Comunale per approvare atti di bilancio, il Rendiconto dell’attività del 2019 e l’adesione a CEM Ambiente per il servizio di raccolta rifiuti urbani. A nulla sono valse le nostre richieste di svolgere il Consiglio in aula con le dovute precauzioni anti Covid-19.
Il Consiglio Comunale si sarebbe dovuto tenere via streaming, ma subito il protocollo di accertamento della presenza e della modalità di voto c’è apparso poco legittimo.
Per questo motivo i consiglieri di opposizione hanno chiesto una postazione in Consiglio Comunale, che è stata accordata. Nel frattempo, siamo venuti a conoscenza che il Consigliere di maggioranza Seidita si è dimesso 2 giorni fa. A quel punto era chiaro che al Sindaco è mancato l’appoggio delle forze politiche con cui si presentò nel 2015.
Ricordiamo che Forza Italia è già uscita dalla maggioranza da tempo e si è dichiarata in forte contrasto con il Sindaco. Anche il Consigliere Biafora Salvatore, in quota Lega, ha lasciato i banchi del proprio gruppo. Chi sta tenendo in piedi per miracolo la maggioranza negli ultimi mesi è Felice Volpe, eletto nella lista di Sansalone Sindaco.
E’ stato chiaro quindi che l’escamotage del Consiglio a distanza poteva permettere al Sindaco di aprire la seduta in modo da procedere all’approvazione della surroga (sostituzione) del Consigliere dimissionario.
Cologno Solidale e Democratica, attraverso la Consigliera Loredana Verzino, ha contribuito a non permettere che si aprisse la seduta con il proprio seggio, unendosi alla protesta degli altri Consiglieri contrari al Consiglio a distanza. Per noi il Sindaco, se non è più sostenuto dalla sua maggioranza, deve responsabilmente lasciare l’incarico. Per i pochi mesi che ci separano dalle prossime elezioni il rappresentante del Governo può, a nostro giudizio, far meglio di questa amministrazione che non sta governando l’emergenza Covid-19 (troppi contagi e zero mappatura per attuare il contenimento necessario, per aprirsi alle nuove fasi di convivenza con il virus).
Siamo inoltre convinti che portare l’adesione in house (affidamento diretto) dell’appalto rifiuti alla fine del mandato, sia l’ennesima conferma dell’incapacità programmatoria e decisionale di questa amministrazione. La mancanza di informazione ai cittadini, l’omessa possibilità di confronto e di una tempistica congrua per poter valutare attentamente la proposta di CEM Ambiente per Cologno Monzese è un chiaro segno di debolezza.
Chiediamo al Sindaco di dimettersi immediatamente, per il bene della nostra città.

Questa voce è stata pubblicata in COMUNICATI STAMPA e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *